Torna al tema vai

17/01/2013

Veneto: un’agricoltura vitale che va protetta

I dati diffusi oggi sull’andamento dell’agricoltura in Veneto confermano l’importanza strategica di questa Regione ed il suo fondamentale apporto al valore globale del settore primario in Italia. La tenuta del fatturato complessivo che vale oltre 5 miliardi è un aspetto positivo, così come l’incremento dell’export, mentre gli altri numeri suggeriscono delle riflessioni. È importante accrescere la redditività delle imprese agricole e bisogna salvaguardare l’estensione della superficie agricola regionale, arrestando il processo di cementificazione. Gli agricoltori veneti realizzano produzioni di elevata qualità, che non sempre sono adeguatamente remunerate dal mercato. Dobbiamo tutelare maggiormente l’identità territoriale dei prodotti e valorizzare appieno le potenzialità dell’agricoltura e del paesaggio veneti, che si integrano perfettamente con il grande patrimonio culturale e turistico della Regione.

Nel 2012, poi, le coltivazioni hanno risentito della prolungata siccità e questo ci ricorda ancora una volta quanto sia necessario un grande piano di gestione delle risorse idriche in Italia. Serve prevenire gli effetti della carenza idrica accrescendo le capacità di accumulo delle riserve d’acqua, ammodernando e conservando in buono stato le reti di distribuzione, diffondendo pratiche irrigue più efficienti, limitando lo sfruttamento delle acque di falda per evitare l’infertilità dei terreni agricoli. Allo stesso tempo, dobbiamo incentivare la diffusione delle polizze assicurative tra gli agricoltori, affinché siano maggiormente protetti dalle crisi, anche climatiche.

 

Mario Catania

Segui su

twitter

Agenda

Non ci sono eventi in programma
Vai all'agenda vai

Video

Foto

Vai alla photogallery vai