Archivio

19/03/2015
QUESTION TIME SULLA PROBLEMATICA DEL PASSANTE NORD...
Nella seduta di ieri sono intervenuto al Question Time presentando una interrogazione al Ministro Lupi sulla questione del Passante Nord di ...
Continua >>
16/03/2015
PRECARI DELL’UNIVERSITA’. FACCIAMO CHIAREZZA S...
Sei su dieci sono precari con contratti atipici (dati Miur 2012). E il futuro non lascia intravvedere prospettive migliori. Ma per i ri...
Continua >>
21/01/2015
Bene approvazione nuovo testo base del DDL sul con...
Registro con soddisfazione l’approvazione di un nuovo testo base per il ddl sul consumo di suolo, sicuramente migliorativo del precede...
Continua >>
11/12/2014
BENE IL RINVIO DELL'IMU AGRICOLA
La scelta del Governo di rinviare l'IMU agricola va nella giusta direzione. Non sarebbe stato accettabile per un Paese civile introdurre mod...
Continua >>
01/12/2014
STOP ONERI DI URBANIZZAZIONE PER SPESA CORRENTE CO...
Un gravissimo errore continuare su una strada sbagliata come quella di consentire ai comuni di usare gli oneri di urbanizzazione per le spes...
Continua >>
<< Prev. di 19 Next >>

Post

26/01/2017

PERCHÉ HO ADERITO AL GRUPPO DEMOCRAZIA SOLIDALE - CENTRO DEMOCRATICO

PERCHÉ HO ADERITO AL GRUPPO DEMOCRAZIA SOLIDALE - CENTRO DEMOCRATICO

Nel 2013, dopo l’esperienza da ministro delle politiche agricole nel governo Monti, decisi di seguire il percorso tracciato da quest’ultimo con Scelta Civica. L’esperienza “montiana”, purtroppo, si è consumata rapidamente anche a causa degli egoismi di molti dirigenti di quella formazione politica.

La dispersione della esperienza di Scelta Civica mi ha fatto ritrovare, in questo arco di attività parlamentare, senza un solido partito alle spalle e ciò ha limitato sensibilmente la mia capacità di incidere nell’attività politica e nei lavori parlamentari. Tuttavia non è mai venuto meno il mio impegno e non ho mai smesso di fornire il mio contributo in molte battaglie, in particolare sul versante ambientale, nonché per la difesa dei consumatori e delle imprese italiane.

Ho sempre creduto fortemente nell’importanza di dare al nostro paese una seria legge sul consumo di suolo. Già da ministro, infatti, avevo consegnato al parlamento un disegno di legge che mirava ad arginare la cementificazione dei terreni agricoli e in questi anni di attività parlamentare ho lavorato ancora su questo tema, fino a quando è stata approvata in prima lettura una legge che va in questa direzione. Si tratta di un testo a mio avviso non perfetto, ma costituisce comunque un importante punto di partenza per fermare la cementificazione delle aree verdi, e per tale motivo spero possa essere approvato in via definitiva dal senato.

  Nella veste di presidente della commissione d’inchiesta sulla contraffazione  ho avuto la possibilità di lavorare a tutela del made in Italy, a salvaguardia della qualità delle nostre produzioni ed a difesa dei consumatori. Ho redatto una relazione sui limiti della normativa italiana in materia di contraffazione, ho presentato una proposta di legge tesa a risolvere alcune storture del nostro codice penale ed insieme ai colleghi della commissione sto continuando ad analizzare tutti gli aspetti di questo grave fenomeno, che sottrae risorse e lavoro al nostro paese.

 Ho partecipato, naturalmente, ai lavori concernenti l’agricoltura, senza mai dimenticare le difficoltà in cui versano le nostre imprese agricole, e più in generale ho seguito tutta l’attività parlamentare cercando sempre di sostenere le ragioni del lavoro italiano, in una fase storica assai critica per il nostro paese.

 Siamo ancor oggi in una situazione estremamente difficile. L’Italia è tuttora immersa, soprattutto  a causa delle proprie debolezze strutturali, in una spirale di sofferenza economica e sociale che tocca duramente le famiglie e trova la sua più grave espressione nella disoccupazione che colpisce le giovani generazioni e nella crescita delle diseguaglianze di reddito. A rendere più carico di preoccupazione il contesto attuale si deve aggiungere il modo in cui si è conclusa l’esperienza del governo Renzi, in un crescendo di durissimo scontro che ha lacerato l’opinione pubblica,  lasciando una diffusa sensazione di amarezza e sconcerto.

Sullo sfondo della crisi italiana c’è, poi, uno scenario di trasformazione a livello internazionale, ove si moltiplicano segnali di disorientamento e di regressione culturale anche all’interno delle democrazie occidentali. C’è ovunque la tendenza a dare risposte grossolane e semplicistiche a problemi complessi, dimenticando che la buona politica è fatta di valori ideali e di un serio lavoro di approfondimento diretto a realizzarli.

A fronte di questa situazione, in sintonia con le cose in cui credo, ho scelto di aderire al gruppo parlamentare Democrazia Solidale – Centro Democratico, in modo da poter partecipare in maniera diretta all’attività di Bruno Tabacci e di Centro Democratico, con l’intento di costruire un’area politica che sappia recuperare i valori fondanti della cultura progressista e che sappia declinarli in modo efficace per dare risposte competenti alle richieste che vengono dalla nostra società. E’arrivato il momento di reagire alle proposte demagogiche e populiste che stanno facendo scadere il dibattito politico e, per farlo, è necessario lavorare ad una alternativa politica coraggiosa, capace di svolgere una seria analisi dei problemi e in grado di agire con intelligenza per affrontare le sfide che ci attendono.

L’approdo nel gruppo Democrazia Solidale – Centro Democratico è un punto di partenza per portare avanti con maggiore forza le battaglie che ho sempre avuto a cuore e per contribuire alla costruzione di un’area progressista, aperta a contributi e sensibilità diverse ma unita nell’obiettivo di dare una risposta alla richiesta di futuro che viene  dall’intera società italiana, costruendo un modello di sviluppo equo, inclusivo, attento alla qualità della vita ed al rispetto dell’ambiente.

Non posso che ringraziare gli amici con cui ho fatto, in questi anni, un pezzo di strada e che lascio nel gruppo Civici e Innovatori. Sono certo che con alcuni di loro ci ritroveremo in un comune impegno progressista. 

Scarica

scarica tema

Segui su

twitter

Agenda

Non ci sono eventi in programma
Vai all'agenda vai

Video

Foto

Vai alla photogallery vai